E’ una domanda che spesso, noi liberi professionisti, ci facciamo e che comunque non sappiamo bene cosa rispondere.
Genericamente rispondiamo “lavoro nell’informatica” oppure “lavoro nel web” o ancora “faccio siti internet”.
Per darci un ruolo si ricorre ad un termine ormai desueto, “faccio il webmaster. Ma webmaster è una professione morta.
Come morta?? Si si.. esattamente dal 28 Gennaio 2016 grazie all’entrata in vigore della normativa UNI 11621-x.
In Italia a dire il vero già dal 2013 esiste una norma di settore, la UNI 11506.
Sia la normativa UNI 11506 che la normativa UNI 11621-x sono un completamento tecnico al panorama normativo nazionale.
Sia la legge n. 4/2013 che il Dlgs. N. 13/2013 in pratica, referenziano la possibilità di definire delle norme tecniche UNI rispettivamente per la definizione delle competenze professionali di soggetti operanti nelle professioni non regolamentate che i requisiti di idoneità per riconoscimento delle attività formative di tipo non formale e informale.
Quanto detto fa sì che le professioni del settore ICT rientrano tra le professioni non regolamentate relative alla legge 4/2013 e al D.lgs 13/2013.
Esse definiscono che un professionista può certificarsi, se esiste una normativa , attraverso un Ente di Certificazione accreditato ISO 17024 sulla specifica normativa.

La normativa NON obbliga alcun professionista ICT e/o Web ad iscrizione ad associazioni e/o a certificazioni.
Se spera che in un futuro, con l’educazione del mercato, il committente, che spesso non ha specifiche competenze in materia, si affidi a soggetti certificati da terze parti. Allo stesso modo si auspica che nell’ambito formativo e lavorativo vengano quanto prima riconosciuti tali profili, al fine di garantire una reale competitività.

In fondo a tutto questo discorso e alle buone intenzioni delle normative nazionali ed europee, io. . . che lavoro faccio?

;